Home Alimentazione Colesterolo Alto: i Rischi e le Cure

Colesterolo Alto: i Rischi e le Cure

0
SHARE

Uova

Il colesterolo alto è una delle piaghe più pericolose dell’intera umanità: vi sono milioni e milioni di persone che possono soffrire di colesterolo alto ed esso può portare molti problemi al nostro organismo. Molto spesso gli ictus sono proprio causati da un colesterolo eccessivo così come le malattie cardiovascolari. Il colesterolo è creato dal nostro organismo ma una parte viene assunta con l’alimentazione; un colesterolo troppo alto tendono ad inspessire le pareti arteriose, fino a dei casi più gravi.

Qualche dato per ricordare i valori del colesterolo: esso deve essere inferiore nel sangue a 200 mg/dl e viene considerato preoccupante quando esso supera il 240 mg/dl. Il colesterolo buono deve avere un valore minimo di 40 per gli uomini e di 46 per le donne in condizioni ottimali. Per il colesterolo cattivo esso deve essere inferiore a 100. Il colesterolo alto può avere diverse origini: ereditarie in quanto la maggior parte del colesterolo viene prodotto dal nostro organismo e quindi ess può avere una origine ereditaria ed esistono alcune patologie che possono influire su di esso come il diabete, l’obesità, la malattie genetiche oppure anche i problemi ghiandolari. Tante volte, però, il vero problema del colesterolo è l’alimentazione.

Il colesterolo in cucina come può essere curato:

  • Bisogna tenere sotto controllo i grassi saturi e insaturi assumendone una piccola quantità. E’ necessario limitare l’uso del burro così come gli insaccati, olio e carne rosso. Eliminare anche le frattaglie, pancetta, panna, formaggi ma anche frutti di mare.
  • Bisogna ridurre al massimo i cibi contenenti il colesterolo così come le uova e il formaggio. Le uova contengono moltissimo colesterolo quindi limitarli a massimo due/tre alla settimana.
  • Bisogna assumere minor sodio possibile così come ridurre il sale al minimo ma anche bere moltissima acqua per eliminare tutte le scorie presenti nell’organismo.

Gli alimenti ricchi di grasso possono influenzare negativamente dunque la concentrazione di colesterolo nel sangue ed esso deve essere sempre monitorato mediante gli esami del sangue. Altri punti a sfavore del colesterolo sono il fumo, l’età e anche l’ipertensione. Ricordiamo che vi sono due valori di colesterolo totale quello LDL che deve essere inferiore a 130 mg/dl e quello HDL che deve essere superiore a 45 mg/dl. Da tenere presente che il colesterolo che causa problemi è quello LDL considerato il colesterolo cattivo. Seguite dunque le brevi linee guide proposte in precedenza ricordandovi di seguire una dieta comunque sia equilibrata.

Fonte dell’immagine: vegasm.tumblr.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here