Home Attività Fisica La Meditazione come Attività Fisica costante

La Meditazione come Attività Fisica costante

0
SHARE

La meditazione fa parte di una filosofia orientale che è nata proprio per trovare benefici e una situazione di maggior relax. La meditazione non è un’attività fisica in modo primario ma può essere utilizzata proprio a questo scopo; le pratiche della meditazione, infatti, devono essere portate ad un livello totale che fa immergere la propria vita in questa atmosfera. La meditazione ha un effetto a lungo tempo in grado di plasmare l’organismo e può essere adoperata al fine dello sport.

Praticare la meditazione aiuta a sviluppare il proprio corpo; innanzitutto la concentrazione è fondamentale in quanto la capacità dell’essere umano è proprio quello di realizzare una situazione di sport in una situazione di relax. La concentrazione è utile in quanto la persona si inizia ad abituarsi ad un atteggiamento più rilassato, senza farsi prendere da ansia o isterismi. La concentrazione va praticata con la dovuta regolarità e costanza. L’essere umano, infatti, dimostra una forza volitiva molto al di sopra della norma quando è in una situazione di relax e questo è il modo migliore per realizzare lo sport.

La meditazione si unisce allo yoga, in un esercizio di corpo e mente. Il concetto fondamentale di questo articolo è farvi capire che la vita spirituale di un essere umano coscienzioso di padroneggiare la propria meditazione produce un cambiamento sul fisico. Il corpo e l’anima si trovano uniti in un percorso che prosegue insieme. Se volete inoltre aggiungere attività fisica alla meditazione, realizzate esercizi di yoga a livello anche base.

Essi, se portati avanti con costanza, danno oltre che un benessere interiore anche uno fisico. Se lo yoga non fa per voi, dopo una attenta meditazione si può unire anche un esercizio fisico maggiormente potente ma pur sempre ponderato alle proprie possibilità. Il consiglio è quello di non strafare, la meditazione non si raggiunge in un passo ma occorrono diversi step che porteranno poi ad una situazione di benessere interiore. Fondamentale, come sempre in questi casi, è la respirazione in grado di ossigenare sangue in tutto il corpo, regalandovi un benessere perfetto.

Il consiglio è sempre quello di procedere per gradi ma, soprattutto, lasciate che il vostro corpo vi dia segnali sulle sue potenzialità e volontà. Non cercate di spingervi con esercizi troppo complessi alla prima settimana di meditazione, ma realizzate un percorso organizzato.

Fonte dell’immagine: wisdomquarterly.blogspot.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here