Home Attività Fisica Riacquistare la propria Forma mediante la meditazione

Riacquistare la propria Forma mediante la meditazione

0
SHARE

La meditazione spesso viene vista con un connotato mistico, proveniente dal mondo della magia e come qualcosa di “oscuro”. In realtà, non vi è nulla di più sbagliato in quanto la meditazione è nata millenni fa, dalla cultura orientale, dove essa viene vista come una pratica fondamentale per rilassare la mente. La meditazione viene portata avanti sia per scopo religioso che spirituale ma anche per motivi psicologici. In questo caso la meditazione viene vista come una serie di esercizi in grado di rilassare corpo e mente.

Come il buddhismo insegna, infatti, tutto è collegato in una meditazione che coinvolge il corpo e la mente in un collegamento inscindibile. Innanzitutto la meditazione va processata giorno per giorno in un percorso in salita, dedicare anche solo un’ora della propria giornata alla meditazione, vi farà immediatamente stare molto meglio, soprattutto se desiderate recuperare la forma fisica perduta o anche semplicemente per iniziare ad essere più elastici. La meditazione, inoltre, può essere utilizzata anche come un surplus della dieta, dove il proprio corpo viene abituato a mangiare il giusto, senza esagerare nelle porzioni e dosi.

Uno dei primi passi della meditazione deve essere la concentrazione, ossia ritrovare la propria meditazione nel quotidiano, in un allineamento fra corpo fisico, fra mente, e ritrovare o meglio riscoprire un contatto con il proprio sé. Vi sono diverse tecniche collaudate di meditazione ma, tutte in generale partono dal seguente principio. Trovare un luogo silenzioso, spegnere televisione, radio, telefono e predisporsi in una situazione rilassata ma soprattutto silenziosa. Dopo essersi seduti bisogna iniziare con la prima parte del respiro ossia iniziare con grandi respiri e inalare bene dal naso, trattenere il respiro e rilasciare dalla bocca, il tutto in maniera continuativa ma ben distesa e soprattutto non frettolosa. In questa posizione di riposo, bisogna proseguire con i respiri fino a ritrovare un senso di benessere, un senso di pace con se stessi.

La posizione più efficace è sempre quella del Loto che abbiamo spiegato anche in merito allo Yoga. Una considerazione necessaria riguarda la predisposizione mentale, quando vi sentite liberi dai pensieri, è necessario sviluppare sempre più questo senso di meditazione, qualora trovate delle difficoltà a liberarvi, cercate di evitare di soffermarvi su pensieri ma di concentrarvi solo e unicamente sul vostro respiro. La meditazione nella fase successiva, poi, dipende strettamente dal tipo che si vorrà portare avanti nel futuro.

Fonte dell’immagine: www.canindia.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here